Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
 

05/10/2012

 

"Rock For The King"- Live Report

Domenica 10.06.2012: I edizione del Christian Metal Festival

Beati gli uomini di buona volontà. Ecco come potrebbe essere riassunta la primissima edizione del festival Rock for the King, manifestazione italiana di rock e metal di ispirazione cristiana. Impresa non delle più semplici, non solo per l'orientamento delle tematiche, ma soprattutto per questioni logistiche, economiche e di risposta del pubblico.

Beh, tutte queste considerazioni sono state eclissate dall'altissima qualità della musica che è stata elargita con generosità sugli spettatori che hanno potuto godere di circa tre ore di emozioni.

Ascer: Aprono le danze i pescaresi Ascer, che nonostante le defezioni del chitarrista (sostituito in maniera esemplare da Francesco Romeggini degli S91) e del secondo tastierista, hanno proposto un prog rock scoppiettante, splendidamente orchestrato dalla sontuosa tastiera di Angelo, sostenuto da una solidissima sezione ritmica e dalla carica contagiosa della cantante front-woman Carine. Non sono mancati momenti più delicati e toccanti, come Dopo ogni notte e Ovunque tu sia, dove le melodie hanno abbracciato la platea con tenerezza.

Setlist:
Preludio (intro)
Dimmi
Prezzo da pagare
Dopo ogni notte
Ma tu
Ovunque tu sia
Risalire ogni salita

Line-up:
Carine Francq - Voce
Angelo Fiore - Tastiera
Deyanira Cirillo - Basso
Luca Visalli - Batteria
Giuseppe Galante - Chitarra (assente, sostituito da Francesco Romeggini degli S91)
Valerio Evangelista - Tastiera (assente)

 

S91: Dopo gli Ascer è stato il turno degli S91, organizzatori dell'evento che hanno calcato il palco con un buon hard rock a tinte prog metal. Ottima prestazione dei nostri, che hanno saputo integrare la chitarra thrash metal di Francesco con le angeliche voci di Maria e Sefora regalando momenti molto decisi, come la potente Golgota. Da sottolinare lo splendido finale strumentale eseguito dal chitarrista Romeggini e dal tastierista Londino, a sigillo di un'ottima prestazione.

 

Setlist:
Golgota
Volontà legata
Memories
Ascoltami
Sto per tornare
The seal of the living God

Line-up:
Maria Londino - Voce
Sefora Bonaccorsi - Voce
Francesco Romeggini - Chitarra e voce
Giacomo Manfredi - Basso
Francesco Londino - Tastiera
Giacomo Mezzetti - Batteria

 

Inside Mankind: Ed infine, sono gli aretini Inside Mankind a concludere questa kermesse musicale. Il loro prog power metal ha infiammato gli spettatori alternando momenti di onirica tranquillità come Uneasy, a spezzoni di pura furia sonora come Fear, il tutto accompagnato dalla fantastica voce di Zora, davvero in serata di grazia. Da incorniciare le fisicissime prestazioni della sezione ritmica, Matteo Bidini alla batteria e Niccolò Olivieri al basso.

 

Setlist:
Requiem (intro)
City
The Seed
Magdalen
Forty
Uneasy
Fear

Line-up:
Zora - Voce
Francesco Monaci - Chitarra e Voce
Niccolò Olivieri - Basso
Valerio Dalla Ragione - Tastiera
Matteo Bidini - Batteria

 

Conclusione

Buona musica, buona compagnia e buone premesse che fanno sperare in una più sentita (da parte del pubblico) partecipazione in ottica futura! Keep on rockin',baby!

 

 

                                                            David Monaci

    

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it