Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
 
 
 

Christian Ciljegren

 

Christian Liljegren non ha bisogno di presentazioni. Probabilmente è il cantante più prolifico e attivo della scena metal cristiana. Lo abbiamo incontrato durante l'Elements of Rock 2014 in compagnia di Mick Nordström, batterista nei Modest Attraction, Jerusalem e Flagship. Questa è la nostra intervista.

 

Francesco: Iniziamo con i Modest Attraction. Perché questo nome? Cosa significa?

Mick: Ricordo che Christian propose il nome Main Attraction, ma io dissi "Scegliamo un nome più umile e chiamiamoci Modest Attraction".

Christian: Concordammo perché la parola "Modest" era in primo piano, sicuramente siamo orgogliosi della band e di quello che facciamo con la musica; vogliamo farlo in maniera buona ma allo stesso tempo umile.

Francesco: Quali sono i progetti di questa band dopo la reunion?

Christian: E' andata più o meno così: durante lo scorso settembre siamo stati invitati a un concerto privato insieme ai Jerusalem e Cornerstone; ci proponemmo di farlo ed ognuno ne fu entusiasta, soprattutto il nostro originale chitarrista Stephen Molin, il quale rientrò nella band. Quindi ci ritrovammo in sala prove e ogni cosa andò perfettamente, la chimica e la musica erano perfette. Dicemmo quindi "Dobbiamo elencare nuove occasioni per andare avanti". Ci stiamo muovendo come buoni amici che amano la musica e vogliono portare il messaggio di Gesù alle generazioni di oggi.

Daniele: E magari un nuovo album?

Christian: So che molte persone si chiedono se stiamo producendo nuovo materiale. Non voglio dire di no, ma in questo momento io sono concentrato sulla grande reunion dei Narnia, Mick è occupato con i Jerusalem e anche mio fratello Simeon è impegnato in una reunion dei Nubian Rose insieme ai ragazzi dei Veni Domine. Ma niente è impossibile.

Mick: Nessuna porta è chiusa, ma solo su vinile (risate, N.d.R.).

Francesco: Io amo il vinile, ma parliamo un po' dei Narnia, come nacque la tua collaborazione con Grimmark?

Christian: Andò più o meno così: io avevo l'idea di fare neoclassical metal con testi cristiani belli potenti. Incontrai Carl-Johan nel '94, (fu anche chitarrista nei Modest Attraction), ma fu all'inizio del '96 che ebbi l'idea di formare una band, o comunque un progetto, dato che in quel periodo era molto difficile trovare musicisti che volessero suonare quel genere di musica. Quindi, mentre Carl-Johan entrò nei Modest Attraction iniziammo anche a fare l'album solo io e lui, era difficile trovare i giusti musicisti per farlo. Ricevemmo poi una proposta in Giappone, un ottimo contratto con la Nuclear Blast, fu così che formammo la band. Carl-Johan ed io riscuotemmo molto successo, ma avemmo anche un periodo difficile con la band, tanto che avendo differenze musicali e obbiettivi diversi la lasciammo. Ma oggi è bellissimo essere tornati insieme.

Francesco: Perché hai abbandonato i Narnia?

Christian: Il motivo di base è stato il fatto che ho avuto un periodo difficile nella mia vita personale, non avevo le energie per stare in tour e per scrivere nuovo materiale. Poi ovviamente, io ho molto rispetto per l'album "Cursed Generation", ma secondo me è molto differente dai dischi dei Narnia, German è un grande cantante ed io lo rispetto molto, ma è bello essere tornati, sono sicuro che i fans dei Narnia saranno contenti della reunion e seguiranno la celebrazione di "Long Live The King" e la produzione del nuovo materiale.

Francesco: Parliamo un po' del sound dei Narnia. I primi album erano più sull'hard rock e sul neoclassical metal, poi lo stile si è un po' indurito andando verso sonorità prog/power metal più pesanti, perché questa evoluzione del sound?

Christian: Credo che riguardo al primo album potrai sentirne alcune canzoni stasera perché contiene brani dei Borderline (la band in cui ero attivo nel periodo dall'89 al '91), dei Modest Attraction e di un'altra band degli inizi chiamata Sentinel. Quindi quell'album è una collezione di vecchi brani, contiene solo un paio di nuove canzoni. E' questo il motivo per cui "Long Live the King" (il secondo album) divenne il vero e proprio disco dei Narnia. "The Awakening" è più una raccolta di brani del passato che noi abbiamo arrangiato in una versione più neoclassica.

Francesco: Adesso che stai tornando nei Narnia che ne sarà degli altri progetti in cui canti? Mi riferisco a Golden Resurrection e Audiovision? Siete ancora attivi?

Christian: I Golden Resurrection in questo momento no, non stiamo facendo tour perché Tommy, il chitarrista, si è preso una pausa sia dai Golden Resurrection sia dai Reinxeed. Non ci siamo sciolti, ma in questo momento io sono concentrato sui Narnia, sulle tournée con i Modest Attraction, farò anche alcuni concerti in versione acustica come solista.

Francesco: Tutti questi progetti in cui hai cantato, mi riferisco ai Flagship, gli Audiovision eccetera...sono veramente tanti, pensi che ti abbiano aiutato ad esprimere tutti i lati della tua personalità artistica?

Christian: Sì, mi sento veramente privilegiato ad aver fatto album diversi andando dal symphonic rock come feci nei Flagship, un disco di cui sono molto orgoglioso e dove Mick ha fatto un ottimo lavoro con la batteria. I Modest Attraction fanno un hard rock classico stile anni '70; gli Audiovision sono più verso gli anni '70 e '80; Narnia sono il lato neoclassico e i Divine Fire hanno elementi più estremi e musica più aggressiva. Sono veramente contento di avere avuto questa opportunità di fare cose diverse e di poter usare la mia voce in differenti maniere, è una cosa che mi ha fatto anche crescere come cantante.

Francesco: Come vedi la moderna scena del Christian metal e la sua interazione con quella secolare?

Christian: Quello che vedo ora è che ci sono poche bands concentrate veramente sul Christian metal, credo che quelle del passato siano molto più impegnate nel perseverare con un messaggio su Cristo, come fanno Jerusalem, Narnia. Ognuno conosce queste bands nella scena seculare scandinava, e sono rispettate molto anche da bands che portano messaggi satanici come Ghost o Darkened, ci rispettano molto.

Francesco: Cosa suggerisci alle nuove Christian metal bands?

Christian: Credo che sia molto importante avere un obbiettivo e una missione, portare avanti quello in cui credi, quello che ami e per cui nutri passione, dato che senza passione è veramente difficile raggiungere le persone. La ragione per cui noi facciamo quello che facciamo con i Modest Attraction è perché abbiamo passione per questa musica e per questo messaggio, dato che ha veramente toccato i nostri cuori. Se tu hai questo sono sicuro che avrai successo e che raggiungerai altre persone, ma sicuramente devi lavorare duro come musicista o come cantante per sviluppare i tuoi talenti. Serve la pratica. Credo che il peggior problema di oggi sia che molte band quando registrano con il computer tirano fuori un bel sound, ma quando suonano in concerto non riescono a riproporre le stesse cose sul palcoscenico.

Francesco: Un'ultima domanda, verrete mai in Italia? 

Christian: Certo, per forza, ci piacerebbe molto venire in Italia e mangiare la vostra pasta!

Francesco: ...e la pizza!

Christian: E la pizza certo, ci piacerebbe molto venire in Italia. Nel 2005 facemmo un tour in Giappone con gli Skylark e i Vision Divine, quindi abbiamo degli ottimi amici in Italia. Sia con i Modest Attraction sia con i Narnia ne saremmo felici, quindi se volete organizzare un concerto stiamo in contatto. 

Francesco: Grandioso. Qualche ultima parola per i lettori di WhiteMetal.it?

Christian: Grazie per il vostro meraviglioso supporto e per le vostre preghiere, continuate a supportare la scena hard rock e metal cristiana e siate focalizzati su Cristo. Dio vi benedica!

 

 

Francesco Romeggini, Daniele Fuligno
 

English Version

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it