Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
NECROBLATION
Ablation Of Death
 
NECROBLATION
Stab Your Self

 

Necroblation

 

"Ablation Of Death" è secondo noi uno dei migliori dischi Christian death metal degli ultimi anni. Loro sono i Necroblation, risponde alle domande di questa intervista Jonathan, cantante, chitarrista e fondatore della band.

Ciao Jonathan, grazie per questa intervista. Puoi presentarci la band?

Ciao! La band dove suono sono i Necroblation, veniamo da Losanna in Svizzera. E’ stata fondata all’inizio del 2010 da me, Yannick e un altro chitarrista che poi ha abbandonato il progetto. Greg è arrivato a metà del 2011. Suoniamo un death metal vecchio stampo e speriamo di toccare le persone, non soltanto con la musica, ma anche con il nostro messaggio.

Ero presente all’ultima edizione dell’Elements of Rock e secondo me il vostro concerto è stato grandioso, uno dei migliori di tutto il festival. Quali sono state le tue prime impressioni dopo lo spettacolo? Hai apprezzare la reazione del pubblico?

Che è stato semplicemente incredibile e il pubblico sorprendente. Una delle cose che più mi ha impressionato è stato vedere musicisti di altre band che ascolto da molto tempo e che ammiro tantissimo assistere al nostro show. Sono rimasto molto soddisfatto dopo aver suonato e penso che al momento quella sia stata la nostra miglior performance su un palco.

Secondo me "Ablation Of Death" è il migliore disco Christian death metal degli ultimi anni. Quali sono le band che hanno ispirato il vostro sound?

Ti ringrazio tanto, è un grande onore! Per il songwriting dei Necroblation, le mie influenze principali sono gruppi come Vengeance Rising, Massacre, i primi Mortification, Death, Opprobrium, eccetera. Ma ascolto e mi ispirano un po’ anche diversi generi musicali come il blues, classica, country e rock. Penso che sia importante essere aperti ad altri tipi di musica.

Nel booklet del disco affermi che la tua fede è la fonte d’ispirazione per tutti i testi. Qual è la tua esperienza come cristiano? Perché hai scelto il death metal per condividere questo tipo di messaggio?

Sono nato in una famiglia cristiana, e ho scoperto l'heavy metal quando avevo nove anni, se ricordo bene. Non ho quasi mai smesso di credere in Dio, anche se ho dovuto affrontare un sacco di periodi bui, alle prese con l’amarezza, l’odio e la mancanza di perdono. Ho provato spesso dolore e ribellione per ogni cosa in questo mondo. In questa musica ho trovato un modo per esprimere a Dio di prendere il controllo della mia vita. Ecco perché il suono death metal, è venuto naturalmente nelle mie composizioni.

Come vedi la scena Christian metal di oggi? E' positivo che sia sempre più in linea con la scena secolare?

Sono ancora impressionato di vedere tutte queste band valide, molte delle quali non hanno niente da dimostrare nell’intero panorama metal. Penso che tra la scena cristiana e secolare siano stati infranti molti muri e questa è davvero un’ottima cosa. E’ molto positivo perché ora è più facile condividere la nostra fede con altri metallari invece di essere isolati in un “acquario cristiano”.

Cosa rispondi a chi pensa che metal e Cristianesimo non possono coesistere?

Direi che ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall'alto e discendono dal Padre degli astri luminosi presso il quale non c'è variazione né ombra di mutamento (Giacomo 1:17). Penso che la musica sia un dono di Dio, che possiamo utilizzare per la Sua gloria con la nostra personalità e sentimenti. Il diavolo non ha creato nulla. Inoltre il metal è uno stile musicale forte e potente, proprio come il vangelo di Cristo! Allora, dove è il problema? 

Con la band state pianificando nuovi progetti, canzoni o esibizioni live?

Prima di tutto vogliamo promuovere il nostro album come meglio possiamo, con concerti, recensioni ed interviste, e preparare il secondo disco che dovrebbe uscire tra l'estate e l'inverno 2014, forse all'inizio del 2015. Vogliamo far le cose in grande e abbiamo già alcune idee. Vogliamo provare qualcosa di nuovo: ancora lo stesso death/thrash vecchio stampo, ma forse uno o due canzoni speciali, come abbiamo fatto con Child of illusion.

Bene Jonathan, ti ringrazio molto per questa intervista. Puoi lasciare un ultimo messaggio ai nostri lettori?

Che Dio vi benedica, grazie per aver letto e stay brutal!

 

Daniele Fuligno
 

English Version


 


 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it