Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
TIMESWORD
Chains Of Sin
 
 

Timesword

 

In occasione dell’Elements of Rock 2010, non appena conclusasi l’esibizione dei nostrani Timesword, abbiamo avuto la possibilità e il piacere di scambiare due parole con il bassista Luca Prederi. Estremamente soddisfatto dello show e quasi incredulo della bellissima atmosfera che si respira qui ad Uster, Luca ci ha parlato delle impressioni e delle aspettative circa questo festival, della band e dei progetti futuri.

Soddisfatti dalla vostra esibizione?

Si, moltissimo! Non so se in futuro ci capiterà di suonare in un altro posto così, non capita spesso! E’ stato tutto bello e sono molto contento.

Cosa vi aspettavate da questo festival?

Ma guarda, noi eravamo concentrati perché ci aspettavamo tanta gente, o comunque persone che già ascoltano quello che vogliamo fare e che conoscono i nostri pezzi. Per noi è stata una finestra importante, siamo arrivati concentrati. E’ stato fondamentale per metterci in mostra, dato è stato come un debutto per il nostro Cd. E’ stato importantissimo e siamo stati fortunati.

Come nascono i Timesword e con quali obbiettivi?

Il gruppo nasce da Dan Logoluso che ha iniziato a scrivere i pezzi. Poi è stato chiamato Brian Beller, il quale mi ha dato molto lavoro da fare, poi sono subentrati Alex, Alberto e infine Mark, che si è rivelato un grandissimo acquisto. Ormai siamo insieme da un po’ di anni.

Quanto tempo avete impiegato a realizzare il disco? Il vostro sound prende molto spunto dai Dream Theater, a quale album in particolare vi ispirate? Avete altre fonti di ispirazione?

Ma guarda, ovviamente i Dream Theater sono la nostra ispirazione principale. In particolare ci rifacciamo a Images and Words, ma ognuno di noi arriva da vari generi musicali, classica, Iron Maiden, Stryper e anche thrash metal. Per il disco ci abbiamo lavorato su per quattro anni, anche a causa di vari cambi di formazione. E’ un’autoproduzione sia per mixaggio sia per la masterizzazione.

Cosa ci puoi dire per quanto riguarda le lyrics?

Le tematiche sono in tutto e per tutto esplicite e cristiane. Peschiamo dalla Bibbia, in particolare dall’Apocalisse. World Confusion parla del caos e i problemi che affliggono il mondo, mentre Real Mistery è un po’ il riassunto di tutte le tematiche dell’album. Poi c’è Highway to Paradise che è dedicata ad un amico di Dan che è morto.

Cosa ne pensate del movimento white metal in Italia?

Mi piacerebbe che facesse molta più presa sulle persone, che queste intuissero meglio il vero messaggio. Purtroppo la maggior parte della gente associa il metal ad altre situazioni e vengono messi dei paletti. Molte associazioni estere ci hanno infatti rifiutato per i nostri testi cristiani. Dopo tutto Gesù ha detto che saremmo stati rinnegati nel suo nome. Spero comunque che il white metal faccia sempre più presa.

Non sarebbe bello organizzare un festival solo italiano? Ci sono diverse band, come i Metatrone ad esempio.

Magari! Grandissimi i Metatrone, sarebbe una figata!

A vostro parere, quali sono i punti di forza del vostro sound, e invece gli aspetti da migliorare?

Le melodie e le linee vocali sono uscite molto orecchiabili e continueremo a lavorare su questa strada. Rimanendo sempre in ambito prog, cercheremo invece di amalgamare di più la nostra creatività.

I vostri piani per il futuro?

Suoneremo all’Immortal Sphere come headliners (30 luglio 2010 Längenbühl in Belgio n.d.r.), e poi un altro live confermato per il 17 luglio durante un festival dalle parti di Pavia, ma con la location è ancora da definire. Stiamo lavorando per mettere dentro altri live e materiale nuovo per il prossimo lavoro.

Per finire, vuoi lasciare un ultimo messaggio ai nostri lettori? Grazie per questa intervista Luca.

Grazie a voi per stasera, siete stati favolosi, grazie ai lettori e a tutta la redazione. Siete stati grandi e vi ringraziamo di cuore, come ringraziamo tutte le persone che ci ascoltano.

 

 

Daniele Fuligno - Francesco Romeggini - Giovanni Paolo Spanu

 

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it