Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
CALLISTO
True Nature Unfolds
 
CALLISTO
Noir
 
CALLISTO
Providence

CALLISTO
Secret Youth
 
 

 

CALLISTO
Ordeal Of The Century   (Ep)
post-metal
2002 / 2003 - Fullsteam Records
(Finlandia)
www.myspace.com/callistochaos

 

Con "True Nature Unfolds" i cinque da Turku sconvolsero il mondo del post-metal piazzando un album che si poneva sullo stesso livello, se non oltre, le migliori creazioni dei maestri Isis e Cult Of Luna. Il successivo "Noir", pur non talmente strepitoso, ha comunque assestato i Callisto come una delle migliori espressioni del genere, nonché una delle più apprezzate christian band "operanti" in ambito secular. Ma i due citati full-length non sono i soli parti dell'act, il cui esordio consistette invece nell'Ep che abbiamo tra le mani, "Ordeal Of The Century", già prodotto dalla Fullsteam Records nel 2002, e riedito l'anno dopo con una bonus remix in versione sinfonica e detonante, dimezzata nella durata, della originaria finale Dawning end. Di che livello è questo lavoro? Basti dire che il talento del combo finnico era già tutto da ammirare.

La title-track è stranamente un modesto intro sintetico, mira alla caoticità ma resta poco incisivo. Si inizia quindi a far sul serio con Restoring process: lo screamato si innesta su evoluzioni post-metal invasive ed efficaci, con tanto di stacco clean e un finale sostenuto condito da gutturali sparsi. Molto bella è la seguente Anastasis, dalla tessitura armonica ammaliante, risulta brano sognante, intimista, emozionale, poetico negli inserti di female vocal, vorticoso e roboante nel violento finale. The Albert Pike epilogue attacca addirittura opethiana, per poi però evolvere verso il down tempo, modellando gli umori tra malinconia e intensità. Le coordinate stilistiche sferzano di netto - dimostrando già buona ecletticità di songwriting - all'ingresso di Alternate horizons, song di metalcore tecnico e viscerale infarcito da un rilassato break progressivo nel mezzo della composizione. Con Dawning end siamo al lungo crepuscolo che ci condurrà al tramonto dell'opera, e lo fa attraverso la nebbia notturna di ambientazioni metropolitane, tra grida viscerali e silenzio non meno implorante, tra sinteticità, progressioni e le melanconiche note di un violino.

La poesia domina non solo le musiche, ma anche le liriche del combo scandinavo: "After years of struggling, / a divine touch erased all the fears. / Now healing the bleeding, / harmony fills the void. / Peace in my heart. / The restoring process starting to ignite. / The once distant hope...a mirage no more". ...e da qui i Callisto per la scena post-metal divennero leggenda.

Vaake

VOTO

82

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it