Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
CRIMSON MOONLIGHT
Glorification Of The Master Of Light
 
CRIMSON MOONLIGHT
Eternal Emperor
 
CRIMSON MOONLIGHT
The Covenant Progress
 
CRIMSON MOONLIGHT
Veil Of Remembrance
 
CRIMSON MOONLIGHT
In Depths Of Dreams Unconscious
 
INTERVISTA
27/9/2005

CRIMSON MOONLIGHT
Divine Darkness
 
 

 

CRIMSON MOONLIGHT
Songs From The Archives
unblack
2003 - Rivel Records
(Svezia)
www.myspace.com/officialcrimsonmoonlight

 

Graditissimo regalo ci fa la Rivel Records con questa raccolta di tutte le registrazioni del celebre combo svedese precedenti al primo straordinario full-length, "The Covenant Progress". Più di 75 minuti di musica che ci raccontano (anche grazie al ben fatto booklet) la nascita e l’evoluzione della band tra varie line-up, stili musicali e progressi tecnici, compositivi e di produzione.

- Apre il Cd l’ormai introvabile in originale Ep "Eternal Emperor", cinque canzoni e 18 minuti ricchi di calore ed emozioni. Rimando direttamente alla recensione. Voto: 78

- Seguono otto tracce, Eternal Emperor a parte tutte appartenenti al primigenio (1997) amatoriale demo "Glorification Of The Master Of Light", e già raccolte live nell'altrettanto amatoriale "Live in Värsas", ed eseguite quindi dal vivo in "Mission Church" della città svedese nel settembre del 1998. Line-up invariata, seguono il sound dell’Ep con buoni spunti, soprattutto nelle strumentali, tastieristiche ed atmosferiche Glorification of Master of light e Light of twilight, ma soprattutto nella bellissima pianistica ed epicheggiante Postludium. Peccato davvero che il suono della registrazione sia al limite (anzi oltre) dell’inascoltabile. Voto: 50

- Nei mesi successivi la band si prende un periodo di pausa e cambiando il solo bassista compone la bellissima Blood covered my needs, singolo inserito nella compilation della label svedese EndTime Productions, "In The Shadow Of Death". La produzione è qui finalmente eccelsa ed il songwriting si presenta molto vario con parti black aggressive, altre melodiche, uso ripetuto di growl ed uso stavolta furioso dei drums. Voto: 87

- Arriviamo al momento più sorprendente di questa raccolta, ovvero lo sconosciuto demo "Heralding The Dawn", registrato nell’agosto del 2001 e mai commercializzato: quattro canzoni davvero stupende, dall’ottima produzione per giunta. Apre alla grandissima Your face che alterna per ben 7:30 momenti aggressivi e pestati ad altri melodici, un ottimo cantato clean e momenti di puro folk; vi si trovano inoltre parti black più raw ed altre estremamente tecniche negli arrangiamenti, nonché un migliorato scream e buoni growl. In Touch of emptiness il sapiente piano di Orest e una sussurrata voce pulita generano un bellissima traccia dark. Segue la strepitosa …And thus rejoice, dove possenti riff e dolorosa tastiera spianato la strada compositiva a ottimi clean vocals e ad un break estremamente tecnico, a cui succedono passaggi black melodici e poi più serrati, intervallati da parti prog ed uno sfociare melodico in stile Opeth. L’ultima traccia del demo è A thorn in my heart: un’aggressione black tastieristica ci fa respirare solo per un attimo, qui domina l’oscurità: un clean vocal è di nuovo solo un lampo. Meraviglioso lavoro. Voto: 90

- Le conclusive due track di questo Cd sono The pilgrimage e A painting in dark, black possente, epico e sinfonico estratte dal primo citato album studio ufficiale, uscito qualche mese avanti. Voto: 93

Grazie di nuovo alla Rivel dunque, abbiamo davvero gradito! Soprattutto grazie per averci fatto scoprire "Heralding The Dawn", una sorpresa assoluta. Il voto finale di questa release, essendo troppo eterogenea per essere valutata in blocco, è una semplice media aritmetica.

Vaake

VOTO

80

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it