Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
HYPERSONIC
Fallen Melodies
 
INTERVISTA
16/03/2012

HYPERSONIC
Existentia
 
 

 

HYPERSONIC
Inspiration Is    Transpiration   (Ep)
power
2008 - Self
(Italia)
www.myspace.com/hypersonicmetal

 

Dopo i Metatrone, ecco un’altra white band catanese. Sto parlando degli Hypersonic, gruppo nato nell’ottobre del 2006, che dopo alcuni cambiamenti di line-up promuove questo Ep con Salvatore Grasso alla batteria (nonché fondatore della band), Alessia Rapisarda al microfono, Emanuele Gangemi alle chitarre, Francesco Caruso al basso e infine Francesco Testaì alla tastiera. Il loro sound in "Inspiration Is Transpiration" si rifà molto a band come Nightwish, Sonata Arctica, Stratovarius e Within Temptation, un ottimo mix tra melodic power e gothic.

Le danze si aprono con A lovely Creator, caratterizzata da riff inizialmente heavy oriented e ritmi cadenzati, prima di un refrain molto solare in cui la fa da padrone la melodia e i cambi di velocità eseguiti in modo impeccabile. Apprezzabilissimo anche il bridge di solo voce e piano che avvia alla fine di questa traccia. Si comincia bene, speriamo che anche gli altri tre brani siano dello stesso livello di quello appena ascoltato. Andiamo quindi ad ascoltare Heaven, power che più melodico di così non si può. Un brano in stile Sonata Arctica, ma che ha comunque tanto di personale, forse per la bellissima voce di Alessia che dà il massimo di se stessa nel sognante e radioso refrain prima dei bellissimi intrecci di chitarra e tastiera. Spazio anche per una ballad, il brano in questione è Wings of life: melodia malinconica che infine esplode di luce con un ottimo solo di chitarra finale. Di nuovo ottima prova di Alessia ai microfoni, ma anche di Salvatore che oltre a percuotere le pelli, duetta in maniera più che lodevole con la cantante. Giungiamo infine all’ultima canzone, Wheels of fire, in cui a differenza delle altre, è più marcata l’influenza gothic, con un sound quasi riconducibile a quello dei finlandesi HB, sempre per restare nella scena white. Nuovamente un brano di pregevole fattura.

Concludendo, quello degli Hypersonic è uno stile ormai trito e ritrito da molte band, ma questo Ep è tutt’altro che noioso, perché nonostante le influenze siano lampanti, hanno la capacità di mantenere una forte impronta personale. C’è bisogno di qualcosa di novità nella scena melodica, e gli Hypersonic ne sembrano portatori. Ci aspettiamo molto da loro. Chissà che spettacolo un prossimo full-length!

Daniele Fuligno

VOTO

70

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it