Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
METATRONE
La Mano Potente
 
METATRONE
The Powerful Hand

METATRONE
Paradigma
 
INTERVISTA
4/2/2006
 
INTERVISTA
16/4/2013
 
 

 

METATRONE
Eucharismetal
power
2016 - Rockshots Music
(Italia)
www.metatrone.net

 

Un disco tanto atteso, "Eucharismetal" arriva a quasi sei anni di distanza da quel "Paradigma" del 2010, che a parere di chi scrive è stato l'emblema della completa maturità compositiva e tecnica della band siciliana. Dicevo tanto atteso, non solo per quei sei lunghi anni, ma anche perché la curiosità di sentire all’opera la nuova line-up rinnovata nella sezione ritmica, aumentava di giorno in giorno. Per completezza d'informazione, i nuovi innesti sono Salvo Grasso, già batteria e seconda voce negli Hypersonic, e Dino Fiorenza, virtuoso del basso, nome noto non solo in Italia, ma anche a livello internazionale con prestigiose collaborazioni sul curriculum, come quelle con Steve Vai e Paul Gilbert tanto per fare due nomi. Sostanzialmente "Eucharismetal" mantiene quello stile power / progressive metal a cui la band ci ha da tempo abituato, ma con un particolare indurimento nel sound come vedremo di seguito.

Il disco si apre con Alef dalet mem (proposta anche in Italiano a fine disco), un power metal ricco di partiture di tastiera che ben contrastano con la graffiante chitarra di Stefano Calvagno o le parti in growl di Don Davide Bruno che fanno da bridge tra ritornello e strofe. Il growl non sarà sporadico, rispetto ai dischi precedenti sarà quasi sempre presente a sprazzi e addirittura diventa la colonna portante in Molokai. Influenze prog sono più evidenti in Beware the sailor, il singolo Latest news from light, nella power ballad Spirit and truth, nei complessi assoli di Salva l’anima e Una parte di me (la seconda parte del disco è quasi tutta in italiano) o nella melodica Keep running con sprazzi fusion. Non può mancare ovviamente quel power spinto al massimo, da piede sull’acceleratore a fondo corsa: Wheat and weeds (anche qui però non mancano parti in growl), la strumentale Mozart's nightmare che seppur inizialmente presenta qualche richiamo agli Stratovarius non è certo priva di personalità, la sinfonica Regina coeli e infine la conclusiva Lascia che sia.

In conclusione il disco conferma le qualità già note, come l’eccezionale estensione vocale di Jo Lombardo, la pulizia chirurgica della sezione solista tra la chitarra di Stefano Calvagno e le tastiere di Don Davide Bruno, ma soprattutto sorprende per il nuovo apparato ritmico con un Salvo Grasso e un Dino Fiorenza a dir poco maestosi. Infine anche gli inserimenti in growl danno quel valore aggiunto al sound, la giusta grinta per spezzare la linearità della parte melodica.  "Eucharismetal" è un disco di altissima qualità, un power / progressive metal di finissima fattura. L’attesa non è stata vana, fatelo vostro.

Tracklist:
1. Alef dalet mem (04:54)
2. Molokai (05:22)
3. Beware the sailor (03:32)
4. Wheat and weeds (03:57)
5. Latest news from light (04:36)
6. In spirit and truth
7. Mozart's nightmare (05:09)
8. Keep running (05:44)
9. Salva l'anima (05:26)
10. Una parte di me (07:17)
11. Regina coeli (04:47)
12. Alef dalet mem (Italian version) (04:47)
13. Lascia che sia (05:44)

Daniele Fuligno

VOTO

82


 


 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it