Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
NARNIA
Awakening
 
NARNIA
Long Live The King
 
NARNIA
Desert Land
 
NARNIA
Enter The Gate
 
NARNIA
Curse Of A Generation

NARNIA
The Great Fall
 
 

 

NARNIA
Narnia
power
2016 - self
(Svezia)
www.narniatheband.com

 

Il letargo discografico del leone termina il 16 settembre 2016, ben 7 anni di stop da quel "Curse of a Generation" che aveva lasciato un punto di sospensione nella storia della band, il cambio di vocalist era stata una scelta molto drastica e, per quanto German Pascual sia un cantante di tutto rispetto, il sound della band aveva preso una direzione decisamente diversa. I Narnia, per come li conosce il grande pubblico, erano discograficamente fermi dal 2006; il ritorno di Liljegren riprende quindi in mano quel percorso. Una tracklist di 9 brani per una durata totale di 38 minuti, questo il nuovo capitolo degli svedesi; una scelta sicuramente poco al passo coi tempi se confrontiamo con le tracklist delle uscite di oggi da 45 minuti a 1 ora di minutaggio; ma ahimé, molto spesso si ha a che fare con brodi allungati forzatamente. Ben vengano quindi 38 minuti di buona musica, se al loro interno è presente tutto quello che occorre. Fare i conti con dei colossi come "The Great Fall" è un'impresa ardua, la band ai tempi aveva raggiunto una forma impeccabile, ma i nostri ci riprovano con non poco coraggio.

Reaching for the Top è un'apertura in pieno stile Inner Sanctum, un heavy diretto e semplice da apripista; nel 2003 certe idee avevano un taglio più genuino, oggi perdono qualcosa ma nel complesso funzionano comunque bene. I Still Believe invece è il pezzo power da cantare a squarciagola un po' come People of the Bloodred Cross, alza decisamente il livello emotivo del platter. Con On the Highest Mountain tornano le atmosfere un po' alla Europe e un po' a la Ronnie James Dio, non a caso sono le formule compositive che hanno caratterizzato di più la band negli esordi, quindi ben vengano le ispirazioni delle origini. La ballad si chiama Thank You, ed è un brano praticamente diviso in due parti, la prima molto più basata su suoni elettronici e cantata per intero, la seconda invece è un mega-assolone del nostro Grimmark che fa esplodere quello che nella prima parte era una sorta di preparazione; il solo è una versione moderna di quello di Stairway to Heaven, passionale e malinconico; nella semplicità della sua costruzione questo brano risulta essere il più comunicativo del disco. La seconda metà dell'album vede in apertura One Way to the Promised Land, si ritorna ai ritmi metal; il brano funziona senza stupire troppo, merita menzione il solo di tastiera nella parte strumentale, l'unico vero e proprio in tutto il disco. Messengers ha un tiro hard rock molto interessante, è uno dei brani che mi è rimasto più impresso a un primo ascolto. E' negli ultimi tre che forse la band si perde un po' di più: Who Do You Follow? si differenzia dalle altre per il ritmo sestinato, ma per il resto non brilla particolarmente; più interessante invece Moving On, sia per il ritmo che per la frase in apertura e nei ritornelli; la conclusiva Set the World on Fire suona molto simile alla sua precedente. Presi uno per uno questi tre brani non sono affatto male, ma messi così in fila in tracklist suonano un po' ripetitivi.

Da una band come i Narnia, leader di un movimento come quello del Christian metal, ci si aspetta molto; è normale accingersi all'ascolto di un comeback come questo con molte/troppe aspettative. Il disco, pur non reggendo il paragone con i capolavori del passato come "The Great Fall", "Enter the Gate" ecc.. funziona e ha dei buonissimi elementi al suo interno. Diciamo che può essere visto come la rimessa in moto di un'automobile ferma da tempo, qualche ruggine in qua e là ma la sostanza di qualità c'è sempre. Chissà che i nostri non riescano a ritornare a quella sintonia dei primi anni 2000 per poter sfornare di nuovo dei capolavori come ai tempi? Noi lo speriamo senz'altro.

Long Live the King!

Tracklist:

1. Reaching for the Top (03.39)
2. I Still Believe (04.30)
3. On the Highest Mountain (04.42)
4. Thank You (05.22)
5. One Way to the Promised Land (4.46)
6. Messengers (03.32)
7. Who Do You Follow? (04.10)
8. Moving On (03.42)
9. Set the World on Fire (03.40)

Francesco Romeggini

VOTO

80

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it