Italian Christian Metal Website  -  Il sito italiano dedicato al Metallo Cristiano

Menu

 
 
Band Links
 
P.O.D.
Snuff The Punk
 
P.O.D.
The Fundamental Elements Of Southtown
 
P.O.D.
Payable On Death

P.O.D.
Satellite
 
P.O.D.
Testify
 
 

 

P.O.D.
Murdered Love
nu metal
2012 - Razor & Tie
(USA)
payableondeath.com

 

Correva l'anno 2000, quando ero un ragazzino metallaro duro e puro, e ogni band che passasse per sbaglio su Mtv (a quel tempo ancora mandavano dei video musicali!) era additata immediatamente come commerciale. Vi lascio immaginare gli improperi che ebbi modo di rivolgere ai P.O.D.! Un gruppo nu metal (il male assoluto), che veniva mandato nelle grandi rotazioni! Insulto alla musica “vera”. Beh, in realtà al tempo “Satellite” lo ascoltai, ed era un buon album, anche se un po' morbido per i miei gusti. A parte alcune canzoni invece, non penso si possa dire lo stesso di “Murdered Love”.

Il disco si apre con Eyez e la title-track, e sono due buone mazzate sui denti: il giusto groove e un cantato grintoso per mostrare subito le proprie carte. Soprattutto per la seconda ho forse un bias personale, ho apprezzato veramente il testo, semplicissimo e diretto, tanto quanto è potente. In seguito troviamo una canzone più leggera, Higher, dal refrain orecchiabile e canticchiabile, ma per niente mielosa. Riprendiamo con una delle canzoni scelte come singoli, Lost In Forever, bella canzone in equilibrio tra energia pura e melodia. A seguito c'è un brano più particolare, West Coast Rock Steady, il quale mette in mostra più le influenze rap della band (e che interpreto come un tributo al west coast rap). Beautiful invece è una ballad sognante, che per fortuna viene innervata anche da qualche chitarra elettrica. Dopo un po' di pausa possiamo riprendere con le canzoni “dure”: Babylon The Murderer parte lenta per esplodere nel refrain, soluzione adottata anche per On Fire, che alle strofe mid tempo con il cantato filtrato, contrappone un ritornello potente e sparato. Bad Boy è invece un pezzo funky simpatico e innocuo, sia musicalmente che liricamente parlando. Panic & Run incrocia le strofe reggae ai ritornelli punk, anche se la parte più carica è il bridge molto a la Biohazard. A chiudere l'album abbiamo I Am, bel brano che riassume tutte le caratteristiche peculiari del rap metal: groove micidiale e cantato rappato, alle quali i Nostri aggiungono un semplice assolo e delle liriche ispirate.

Per concludere possiamo dire che i P.O.D. sono certamente cambiati, anche se non hanno rinnegato il proprio passato, anzi, lo ripropongono con fierezza, padronanza dei propri mezzi, e maturità. Soprattutto, pur essendo un gruppo che ha vissuto nel mainstream, non hanno rinunciato nemmeno per poco la propria devozione religiosa, evidente dai testi di Murdered Love, Higher, e I Am. “Murdered Love” è un disco che vi piacerà di sicuro se avete apprezzato gli album precedenti della band, come anche se vi ci approcciate per la prima volta, ma apprezzate il nu metal e il rap metal (ma chi non ha mai sentito i P.O.D.?).

Tracklist:

1. Eyez (2:46)
2. Murdered Love (3:43)
3. Higher (3:22)
4. Lost In Forever (4:05)
5. West Coast Rock Steady (3:04)
6. Beautiful (3:51)
7. Babylon The Murderer (4:19)
8. On Fire (3:42)
9. Bad Boy (3:16)
10. Panic & Run (3:15)
11. I Am (5:08)

Devid "Sesbassar" Viezzi

VOTO

78

 

 

 Best view:  No Firefox!   Optimized:  FONT: Old-English ( —> download Old-English font <—); SCHERMO: 1280x1024   Credit:  Template by Vocinelweb.it